La storia
di Piazza
Venezia

L'aspetto attuale dell'area di Piazza Venezia deriva dagli interventi di sistemazione realizzati tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento con la costruzione del monumento a Vittorio Emanuele II: in quegli anni furono demoliti gli edifici che si affacciavano sul lato sud della piazza, con la sola eccezione del quattrocentesco Palazzo Venezia e venne costruito il palazzo delle Assicurazioni Generali.

Il corridoio del museo raccogliere testimonianze fotografiche, artistiche e documentarie per raccontare la storia dell'area compresa tra il foro di Traiano e il Campidoglio, ricostruendone l'evoluzione, a ritroso nel tempo, fino all'antica Roma.

Maggio 2012

Palazzo delle Assicurazioni Generali in Piazza Venezia

Mauro Mezzarobba

Maggio 2012

1931

Piano Regolatore

1931

17 febbraio 1907

“L’illustrazione italiana”

anno XXXIV, n.7 del 17 febbraio 1907
Archivio Centrale dello Stato

17 febbraio 1907

12 agosto 1904

Il Cantiere verso Piazza Venezia



Archivio Centrale dello Stato

12 agosto 1904

13 maggio 1903

Demolizioni del Palazzo della Catena, angolo via Nazionale

Archivio Centrale dello Stato

13 maggio 1903

6 maggio 1897

Progetto di sistemazione di Piazza Venezia e sue adiacenze



Giuseppe Sacconi
Archivio Centrale dello Stato

6 maggio 1897

1890

Veduta aerea di Piazza Venezia



Foto d’anonimo
Raccolta Martin G. Conde.

1890

1883

Estratto del piano regolatore del 1883: zona di Piazza Venezia e adiacenze del Monumento a Vittorio Emanuele II



Archivio Centrale dello Stato

1883

1870-1890

Palazzo Torlonia a Piazza Venezia



Albumina
Foto d’anonimo
Museo di Roma

1870-1890

1839

Piazza Venezia con il Palazzo e il Palazzetto di Venezia e Palazzo Torlonia sulla sinistra



Acquaforte
Luigi Rossini
Museo di Roma

1839

1835-1840

Piazza Venezia con il Palazzo e il Palazzetto di Venezia



Penna e inchiostro-acquerello
Giovanni Riveruzzi
Museo di Roma

1835-1840

1835

Prospetto geometrico delle fabbriche di Roma



Alessandro Moschetti
Museo di Roma

1835

1786

Piazza Venezia con il Palazzo Venezia sulla destra, il Palazzetto di Venezia e Palazzo Torlonia sulla sinistra



Acquaforte
Giuseppe Vasi
Museo di Roma

1786

1748

L’area centrale di Roma con la Piazza e il Palazzo Venezia



Acquaforte
Giovan Battista Nolli
Nuova tipografia di Roma, tav.5
Archivio Storico Capitolino

1748

1676

Particolare dell’area di Piazza San Marco (Piazza Venezia) e dell’Aracoeli



Acquaforte
Giovan Battista Falda
Nuova Pianta et alzata della città di Roma
Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte, Roma

1676

1593

Lato posteriore del Palazzo Venezia (Pal. S. Marco) e dell’isolato antistante occupato da residenze private



Acquaforte
Antonio Tempesta
Pianta di Roma (riedizione di Giovanni Giacomo De’Rossi del 1693). Biblioteca Sarti.

1593

1551

Piazza Venezia (Platea D. Marci) con il Palazzo e le abitazioni antistanti



Disegno a penna colorato
Leonardo Bufalini
Ricostruzione di Giuseppe Fiorelli del 1879
Archivio Storico Capitolino

1551

1320

Pianta di Roma nel secolo XIV



Disegno a penna
Frà Paolino da Venezia
A.P. Frutaz, Piante di Roma (1962)

1320

1907

Pianta di Roma nell’VIII secolo dal cosiddetto “Anonimo di Einsiedeln”



Cromolitografia
Ricostruzione di Christian Huelsen del 1907
Archivio Storico Capitolino

1907

1959

Pianta marmorea di Roma antica (Forma Urbis marmorea)



203-211 d. C.
Ricostruzione di Guglielmo Gatti del 1959
La pianta marmorea di Roma antica:
Foma Urbis Romae, a cura di G. Carettoni, A. M. Colini, L. Cozza, G, Gatti, 1960, tavole LXII A e B

Gigantesca pianta marmorea della città di Roma composta di 150 lastre pari a una superficie di m 18,22 x 12,87 con riproduzioni degli edifici della città in scala 1:240. Incisa sotto il regno di Settimio Severo tra il 203 e il 211 d.C., venne affissa su una parete del Foro della Pace. Sebbene pervenuta in stato frammentario (1.186 frammenti di lastre), la pianta rappresenta il principale documento antico per la conoscenza della topografia della Roma imperiale.
1959

1893

Carta archeologica di Roma antica, particolare dell’area del Foro di Traiano e del Campidoglio.



Rodolfo Lanciani.
Foma Urbis Romae, 1983-1901 

1893

Pianta marmorea di Roma antica (Forma Urbis marmorea)



Frammenti delle lastre con la Basilica Ulpia (Antiquarium Comunale, Roma) inseriti all’interno della ricostruzione del settore del Foro di Traiano

Torna su