SALA F

Il rilievo storico celebrativo

La possibilità di far emergere figure e oggetti, con la loro corporeità, dallo sfondo bidimensionale di una lastra, consentiva di ricoprire i monumenti di rappresentazioni “vive”, in grado di offrire una narrazione visiva di eventi di interesse religioso, civile o militare.

Nel mondo romano, in tutti gli ambiti e a tutti i livelli, le immagini hanno sempre svolto un ruolo di fondamentale importanza. Roma e le altre città romane erano infatti popolate di immagini di ogni genere, tanto nei luoghi pubblici quanto all’interno degli spazi privati.

Nel contesto pubblico la diffusione delle immagini costituiva un formidabile mezzo di comunicazione e la loro trasmissione poteva avvenire con diverse modalità. Tra queste, il rilievo storico celebrativo ha avuto senza dubbio una speciale rilevanza nell’arte romana. I fatti narrati, sempre connotati da un forte valore politico, erano funzionali all’esaltazione delle qualità e dei meriti dei personaggi onorati.

Accanto al racconto di eventi reali, si faceva spesso ricorso a composizioni simboliche e rievocative derivate dal patrimonio mitologico, come ad esempio quelle che richiamavano le più antiche origini di Roma.

© Ph. Giuliano Koren
© Ph. Michele Stallo
© Ph. Giuliano Koren

Torna su